- Books

L'infinito viaggiare

L infinito viaggiare In questo libro l autore ripercorre alcuni dei viaggi pi significativi della sua esperienza spesso dei ritorni oppure momenti in cui ha attraversato una frontiera o uno Stato che magari non esistono

  • Title: L'infinito viaggiare
  • Author: Claudio Magris
  • ISBN: 9788804561910
  • Page: 474
  • Format: Paperback
  • In questo libro l autore ripercorre alcuni dei viaggi pi significativi della sua esperienza, spesso dei ritorni, oppure momenti in cui ha attraversato una frontiera o uno Stato che magari non esistono pi , in cui ha visto un gesto o un espressione su un viso, ha sentito un grido Come lui stesso afferma per vedere un luogo occorre rivederlo Il noto e il familiare, continIn questo libro l autore ripercorre alcuni dei viaggi pi significativi della sua esperienza, spesso dei ritorni, oppure momenti in cui ha attraversato una frontiera o uno Stato che magari non esistono pi , in cui ha visto un gesto o un espressione su un viso, ha sentito un grido Come lui stesso afferma per vedere un luogo occorre rivederlo Il noto e il familiare, continuamente riscoperti e arricchiti, sono la premessa dell incontro, della seduzione, dell avventura Il viaggio pi affascinante il ritorno.

    • Free Read [Psychology Book] â L'infinito viaggiare - by Claudio Magris ✓
      474 Claudio Magris
    • thumbnail Title: Free Read [Psychology Book] â L'infinito viaggiare - by Claudio Magris ✓
      Posted by:Claudio Magris
      Published :2019-01-22T04:01:19+00:00

    1 thought on “L'infinito viaggiare

    1. 4 stelle perché sono sempre in difficoltà quando si tratta di darne 5 a libri composti da racconti; esistono infatti racconti da 5, da 4, da 3 etc. Bisognerebbe dare un voto ad ogni capitolo per dare una valutazione esaustiva. Ad ogni modo il libro è decisamente piacevole, a metà tra romanzo, autobiografia, saggio e raccolta di brevi memorie. Lo stile di Magris è meraviglioso, leggero ed incalzante allo stesso tempo, perfetto nelle scelte terminologiche quanto in quelle stilistiche, sono da [...]

    2. Si no fuera por el prólogo sería insoportable. La mayoría de las páginas son estampas personales, pinceladas de los viajes. No profundiza en los temas. Y cuando lo hace tiene una visión filológica e italianizada de la realidad.

    3. Dopo aver letto questo libro il "viaggiare" assume un sapore diverso e scopriamo che ogni passo che muoviamo nella vita è già viaggio.

    4. Magris ha la capacità di raccontare non solo i luoghi, ma anche i popoli che hanno reso e rendono uniche le terre visitate e da visitare!

    5. What I most liked about this book: it's warmth, despite dealing with tough topics, such as the historical cruelties of the countries he visited.I'm also intrigued and in an awe that he read so much literature belonging to the countries (the "spaces") he visited, that he created an unified world, in which it's best to be a traveller just to maintain your senses alive, to better apreciate the travel and your home.

    6. … perche’ il viaggio - nel mondo e sulla carta - e’ di per se’ un continuo preambolo, un preludio a qualcosa che deve sempre ancora venire e sta sempre ancora dietro l’angolo; partire, fermarsi, tornare indietro, fare e disfare le valigie, annotare sul taccuino il paesaggio che, mentre lo si attraversa, fugge, si sfalda e si ricompone come una sequenza cinematografica, con le sue dissolvenze e riassestamenti, o come un volto che muta nel tempo. (vii)( o come la lettura o rilettura di u [...]

    7. Magris è una persona colta ed intelligente, curiosa e cosmopolita. Ha tutti gli elementi per piacere, tuttavia ha una prosa spesso circonvoluta, troppo italiana quindi come stile "saggistico". Forse sarebbe meglio dire troppo poco anglosassone. Considerando che molti di questi scritti originano da suoi articoli di giornale la eccessiva prolissità risulta spesso evidente. Ma tant'è. Il libro oscilla fra alti e medio-bassi. A volte riesce a coinvolgerti nelle sue esperienze e nei suoi inco [...]

    8. Despre Claudio Magris nu ştiam decît că, de ceva vreme, e propus pentru Nobel din partea Italiei. Mai ştiam că a scris o carte despre Dunăre, notaţii de călătorie şi observaţii sub formă de eseu, pornind de la ţările (şi culturile) udate de frumosul fluviu. Călătorie nesfârşită (trad. Afrodita Carmen Cionchin) e cartea prin care am făcut cunoştiinţă cu el. Acum am inclus-o între cele cu care îţi face bine să te plimbi, să stai pe gînduri, să călătoreşti şi să [...]

    9. A good collection of Magris' impressions on different places in the world. From Sweden to Tasmania passing through Iran, Poland and China.As usually he is masterful in combining his point of view with reminescences of local history, art and literature.Curiously enough, I noticed how Magris quotes a bit too often La Capria, an author I never read who wrote on Mediterranean Sea. But the greatest surprise I found among these pages are the four dedicated to the Skogskyrkogården cemetery in Stockhol [...]

    10. Mai am un pic şi termin Călătorie nesfârşită a lui Claudio Magris, aşa că mă grăbesc să notez câte ceva, până nu mă iau cu altele şi îi fac în loc în bibliotecă. Magris porneşte în călătoriile sale ca un antropolog şi se întoarce îmbogăţit cu poveşti despre popoare (aproape) uitate, ca cicii, ciribirii, sorabii, insule de care nu auzisem până acum, ca insulele Scilly cu istoria lor nebănuită, personaje faimoase care îşi împletesc istoria proprie cu cea a unui [...]

    11. Magris ci narra dei suoi viaggi intorno al mondo, dalla Spagna di Don Chisciotte al Vietnam, dalla Germania divisa dal muro alla Cina che ama l'Italia. "Il viaggio-scrittura è un'archelogia del paesaggio; il viaggiatore - lo scrittore - scende come un archeologo nei vari strati della realtà, per leggere anche i segni nascosti sotto altri segni, per raccogliere quante più esistenze e storie possibili e salvarle dal fiume del tempo, dall'onda cancellatrice dell'oblio, quasi costruendo una fragi [...]

    12. Interessante raccolta di articoli su luoghi, persone e culture lontane (se non nello spazio, nel tempo o nella percezione). Soffre della discontinuità insita nelle operazioni di questo tipo, ma in generale è un libro acuto, stimolante e spesso approfondito.

    13. Niente da fare. Ho provato a leggerlo due volte ed entrambe le volte l'ho abbandonato prima di metà.Borioso e pesante come neanche un dizionario riesce ad essere. Io e Magris proprio non andiamo d'accordo.

    14. complex, met veel interessante ideëen, maar moeilijk om volgen en soms wat overdadig in zijn 'intellectuele' verwijzingen

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *